Da sempre la sindrome premestruale è al centro dei dibattiti sulle donne e i loro comportamenti. Spesso, questa, è stata utilizzata a tutte le latitudini per battute e ironie da parte degli uomini. Ma proprio il “sesso forte” è il protagonista di un sondaggio condotto dal sito inglese Vouchrcloud: secondo questo, su un campione di più di 2000 uomini, il 26% si dichiara convinto di soffrire di disturbi del tutto simili a quelli del “ciclo femminile”. Irritabilità, stanchezza, aumento dell’appetito e cambi di umore che, sempre secondo il sondaggio, vede quasi la metà delle donne intervistate dichiarare di aver aiutato il proprio partner nel superamento di questi momenti.

Da un punto di vista scientifico questa sindrome, chiamata “Irritable Male Syndrome”, è stata studiata da molti medici. Ad esempio il professor Peter Schlegel, presidente del dipartimento di Urologia alla New York-Presbyterian and Weill Cornell Medicine, sostiene che anche gli uomini hanno dei cambiamenti ormonali straordinariamente simili a quelli femminili e che questi siano dovuti ai livelli di testosterone i quali, in uomini giovani, possono cambiare notevolmente anche nella stessa giornata. Resta da studiare in che modo questi livelli di ormone mutino nel breve e lungo periodo e con che ciclicità.