Questo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato alle ore 12 di oggi (martedì 24 marzo), in merito all’emergenza #Coronavirus, così come comunicato dalla Regione Siciliana all’Unità di crisi nazionale.

Dall’inizio dei controlli, i tamponi validati dai laboratori regionali di riferimento sono 7.170. Di questi sono risultati positivi 846 (125 più di ieri), mentre, attualmente, sono ancora contagiate 799 persone (+118 rispetto a ieri). Va precisato che la metà dei nuovi casi positivi sono a Villafrati, nel Palermitano, il resto della Regione cresce in modo più contenuto.

Sono ricoverati 337 pazienti (45 a #Palermo, 123 a #Catania, 70 a #Messina, 1 ad #Agrigento, 18 a #Caltanissetta, 29 a #Enna, 11 a #Ragusa, 24 a #Siracusa e #16 a Trapani) di cui 67 in terapia intensiva, mentre 462 sono in isolamento domiciliare, 27 guariti (11 a Palermo, 6 a Catania, 5 a Messina, 2 ad Agrigento ed Enna, 1 a Ragusa) e 20 deceduti (1 a Caltanissetta, Messina, Palermo e Siracusa, 2 ad Agrigento, 6 a Enna e 8 Catania).

AGIRA E SALEMI ZONE ROSSE. Due comuni siciliani, Agira nell’Ennese e Salemi, in provincia di Trapani, da domani diventano “zona rossa”. Lo ha deciso il presidente Nello Musumeci, sentiti i due sindaci. Il provvedimento si è reso necessario dopo che gli uffici delle Asp hanno segnalato ad Agira il contagio di 9 cittadini, di cui 3 deceduti e ulteriori 6 a cui è stato effettuato il tampone e in attesa di risultato.

A Salemi la positività di 15 persone e ulteriori 21 in attesa dell’esito del test, oltre a un anziano già deceduto. Fino al 15 aprile ci sarà il divieto di accesso e di allontanamento dal territorio comunale e la sospensione di ogni attività degli uffici pubblici, a eccezione dei servizi essenziali e di pubblica utilità.

ENNA: INGRESSO VIETATO A LAVORATORI NON RESIDENTI. Ad Enna i lavoratori, sia pubblici che privati, dei Comuni della provincia non potranno più accedere in città. L’ha deciso il sindaco di Enna Maurizio Dipietro che ha annunciato, nel corso di una diretta su Facebook, una sorta di zona rossa ad Enna con un ordinanza per il contenimento dei casi di

Covid 19. “In provincia – ha aggiunto Dipietro – ci sono 41 positivi mentre ancora molti tampone sono in attesa. La stragrande maggioranza dei positivi è concentrato in uno dei comuni dell’Ennese che da oggi è stato dichiarato zona rossa (Agira, ndr)”. Il primo cittadino ha indirizzato l’ordinanza a tutti i datori di lavoro.

SCENDONO ANCORA I MORTI IN ITALIA. Per il secondo giorno consecutivo in Italia subisce una flessione sia l’aumento dei malati sia quello delle vittime. Dai dati della protezione civile emerge che sono 3.780 i positivi in più in 24 ore, mentre ieri erano 3.957. Le vittime in un solo giorno sono invece 601, mentre l’aumento domenica era stato di 651; il totale è di 6.077 morti. Superati i 50 mila malati: sono complessivamente 50.418; i guariti sono 7.432 (408 in più di ieri). Ieri l’aumento era stato di 952.