Nell’ultimo anno numerose sono state le segnalazioni di situazioni al limite in tutta Italia. In Sicilia la situazione dei ponti e cavalcavia non sembra essere migliore. Anche le forze politiche monitorano la situazione. Negli scorsi giorni la Lega Sicilia Salvini Premier di Castellammare del Golfo dopo aver posto in essere un sopralluogo nella giornata di giovedì 21.05.2020 presso la bretella che congiunge l’autostrada con l’uscita Castellammare del Golfo ed altri Comuni limitrofi ove si trova il Ponte Bartolomeo, costruito intorno agli anni 70, ha provveduto a scrivere all’Anas Sezione di Trapani e all’Assessorato Regionale delle infrastrutture e della mobilità.

“Il quadro che emerge è visibilmente critico – afferma il Commissario della Lega di Castellammare Giovanni Scaraglino –  viste le condizioni precarie e di degrado strutturale cui versa il Ponte San Bartolomeo, che riporta alla luce un problema cronico delle infrastrutture”.

Un problema già portato alla luce ben due anni fa dal Sindaco Rizzo, dopo diverse segnalazioni di tanti cittadini che avevano sollecitato la questione ed il quale affermava di aver ricevuto risposte verbali rassicuranti dai tecnici dell’Anas sull’assenza di problemi strutturali e che sarebbe stata attuata la manutenzione nel più breve tempo possibile.
Ebbene dalle foto in allegato scattate durante il sopralluogo di ieri sembra che nessuna miglioria sia stata apportata e che la situazione sta peggiorando in maniera drastica.

Nonostante sia trascorso molto tempo e nonostante la tragedia avvenuta a Genova con il crollo del Ponte Morandi circa due anni fa che ha lasciato dentro tutti noi sgomento e amarezza ad oggi la situazione non è cambiata anzi il Ponte San Bartolomeo vige in uno status di cattività che risalta agli occhi dai notevoli ferri scoppiati che hanno ovviamente indebolito in maniera notevole la struttura che necessita di accertamenti urgenti considerato che ad oggi continua ad essere percorso da innumerevoli passanti che lo attraversano quotidianamente nonostante le criticità di notevole pericolo.

Orbene, le parole rassicuranti non bastano, ma è necessario agire ed intervenire attuando i fatti prima che sia troppo tardi.

Chiediamo all’Anas una verifica strutturale necessaria al fine di verificare se il Ponte ha bisogno di interventi o limitazioni del traffico, dunque se stabile o meno, con successivi monitoraggi per accertarne la sicurezza dell’infrastruttura che risulta essere vecchia ed in cattività.
Questa alla vista presenta criticità che possono compromettere la sua funzionalità statica, facilmente rilevabile è la totale assenza di manutenzione.
Chiediamo dunque che venga effettuato un sopralluogo urgente da parte degli uffici competenti per procedere al monitoraggio dello stato di manutenzione del ponte ,
interessato quotidianamente da un intenso traffico veicolare anche da mezzi pesanti a maggior ragione con l’arrivo dell’estate periodo in cui tutti vanno in vacanza e sappiamo bene le lunghe code che saranno costrette, a soffermarsi, anche ore ed ore nel ponte San Bartolomeo .
La tutela della sicurezza stradale costituisce una priorità inderogabile per la sicurezza dei cittadini tutti, pertanto auspichiamo che queste verifiche possano essere attuate con urgenza prima che sia troppo tardi.