Tutti che esultano su fb, che si complimentano. Perchè è siciliano, perchè è democristiano, perchè lo ha indicato il PD e Renzie, perchè è serio…ma chi lo conosceva fino a ieri? Chi lo avrebbe votato se, come un paese normale, avessimo eletto direttamente il presidente della repubblica? I sondaggi dicono che avrebbe preso il 3% dei voto degli Italiani. Perchè così poco? Ma semplice. Perchè rappresenta il legame indissolubile che lega questo paese con il proprio passato. Nessuno, neanche il finto rottamatore, riesce a tagliare questo cordone che ci spinge sempre più in basso come paese. Il passato continua a rincorrerci, a distruggere ogni speranza di cambiamento, ogni possibilità di voltare veramente pagina. Questo paese ha un problema enorme di rapporto con la propria storia, con il proprio passato, dal quale sembra eternamente dipendente. Un passo avanti, tre indietro. Un paese in cui la parola Futuro si scrive Passato. Ma allora come è possibile che ora tutti esultano? Semplice: è il comportamento dell’Italiano medio, morto il Re viva il re! Io non esulto. Ma come? Qualcuno potrebbe obiettare: hanno eletto un siciliano! Quanti Siciliani in Italia e nel Mondo hanno tenuto alto l’onore di questa amata odiata terra e sono dimenticati, ma soprattutto quanti invece, molti di più, ne hanno distrutto l’immagine. Mi spiace ma non mi convince l’idea machiavellica per la quale l’appartenenza territoriale copra le altre ombre grigie che tinteggiano l’elezione di questo Presidente. E non è un caso che per l’ennesima volta viene eletto un Presidente che non mi piace.