A tratti sembrava di vivere un sogno, quelli che si ripetono, quelli che ti sembra aver già vissuto tante volte. Ed in effetti riflettendoci è così! Nei giorni e nelle settimane passate tutti i media avevano sbandierato ai quattro venti l’allarme giallo della protezione civile sulla Sicilia Occidentale ma le previsioni Nella realtà erano mutevoli e spesso non corrispondevano alla realtà, cosi che magari qualcuno si è forse adaggiato sotto il sole e la temperatura mite pensando che fosse uno dei tanti allarmi lanciati piu per precauzione che per altro. Invece non è stato così. La pioggia è arrivata inesorabile, il tempo di accompagnare i bimbi a scuola e le strade si sono gonfiate all’inverosimile andando oltrre l’immaginabile. Non era mai successo che il centro storico si allagasse, eppure è andata così. E’ ovviamente scoppiata la polemica sui social direi anche giustamente, cion il riferimento anche alle polemiche scatenate nelle settimane passate contro il consiglio colpevole di essersi occupato della mozione anti Salvini e anti fascista piuttosto che chiedere all’amministrazione se si era messa in moto per prevenire eventi atmosferici improvvisi, se avesse messo in moto la macchina della protezione civile per intervenire in occasioni di emergenza come questa….insomma il consiglio aveva materiale per lavorare settimane invece di occuparsi del sesso degli angeli!

Trapani non Erice ne Valderice, non è un paese ne un condominio. Amministrare questa città non è semplice!