Il punto sulla sedicesima giornata

Il punto sulla sedicesima giornata


La sedicesima di Serie A porta con sé due certezze a strisce: la Juventus è tornata in corsa per i piani altissimi della classifica, l’Inter non molla e fa sul serio come pretendente scudetto. I bianconeri si aggiudicano in rimonta  il big match casalingo contro la bella Fiorentina di Sousa: al rigore di Ilicic rispondono in ordine Cuadrado,Mandzukic e Dybala sfoggiando tutta l’artiglieria pesante a disposizione di Allegri. Adesso il primo posto dista soltanto 6 punti.

L’inter vince senza eccessiva fatica la gara al nuovo stadio Friuli con un inusuale scarto di 4 gol, assoluta novità per questa stagione. Allunga così  sulle inseguitrici e  blinda il primo posto in classifica. Torna in cattedra Icardi, autore di una doppietta che per il momento allontana le critiche subite dopo le sterili prestazioni delle scorse giornate. Di Jovetic e Brozovic le altre due reti nerazzurre.

Termina a reti inviolate l’altro,atteso,big match di giornata tra Napoli e Roma. Szczesny alza un muro contro le,in realtà poche, conclusioni partenopee; nella boxe avrebbe vinto ai punti il Napoli anche se  l’occasione migliore è per la Roma che segna lo 0-1 con De Rossi, gol poi giustamente annullato. Tutte e due,dunque,rallentano il loro inseguimento alla vetta.

Delude ancora il Milan. Doveva essere il periodo dei “turni favorevoli” contro squadre di bassa classifica, ma al netto dei fatti si evidenziano soltanto due punti contro Carpi e Verona, squadre in pienissima zona retrocessione. La squadra di Mihajlovic non convince e torna a dimostrarsi poco affiatata. A Bacca risponde Toni su rigore, firmando il pareggio per l’Hellas. L’allenatore serbo a fine gara ha molto recriminato per un rigore non concesso e un gol regolare annullato. I fatti gli danno ragione, ma questa non può essere l’unica giustificazione per i mancati 3 punti e in generale per il negativo inizio di stagione.

Vittoria convincente per l’Empoli che, grazie alla doppietta dell’intramontabile Maccarone e al gol di Saponara,stende il Carpi portandosi a +10 punti sul terzultimo posto occupato dal Frosinone a sua volta sconfitto in trasferta a Palermo. Prima vittoria per Ballardini che allontana per il momento l’idea di un ritorno di Iachini in panchina, le reti rosanero sono firmate da Goldaniga, Vazquez,Trajkovski (bel destro a giro “alla Del Piero”) e Gilardino. Di Sammarco la rete del momentaneo 2-1.

Vittoria in ‘zona Cesarini’ per il Bologna in trasferta a Marassi. Rossettini, a segno per la seconda giornata consecutiva, regala 3 punti molto importanti a Donadoni. I rossoblù infatti allontanano di 5 lunghezze quella zona retrocessione occupata per gran parte dell’inizio di stagione. Lontano dalle zone pericolose anche il Chievo, tornato a fare bottino pieno in casa dopo oltre 3 mesi. Accade un po’ di tutto: un rigore sbagliato per gli scaligeri, due espulsioni per i bergamaschi, risolve la gara Birsa al terzo gol in stagione.

Lazio e Sampdoria pareggiano nel posticipo del lunedì sera: la punizione di  Zukanovic al minuto ’93 (complice una fortuita e sfortunata  deviazione di Felipe Anderson) prolunga l’astinenza di vittorie in campionato dei biancocelesti che dura dal 4 Ottobre. Due punti persi per la Lazio, un punto e una razione di fiducia guadagnati per la Samp.

Infine rinviata per nebbia Sassuolo-Torino, il match si giocherà nel 2016

 

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e l'esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Utilizzo dei cookies